assicurazione di viaggio over 65

Miti da sfatare sull’assicurazione di viaggio

Sei pronto per la tua vacanza; il tuo bagaglio è pronto, il passaporto rinnovato e tutto sembra a posto. Forse manca solo una cosa: hai già stipulato un’assicurazione di viaggio?

Se la risposta fosse no, forse è perché hai alcuni preconcetti comuni errati sull’assicurazione di viaggio. Ecco come fugare ogni dubbio e sfatare ogni mito sullo stipulare o meno una assicurazione per le tue vacanze.

Nulla potrebbe andare storto, quindi l’assicurazione di viaggio è superflua

Certo la maggior parte delle volte non succede nulla di spiacevole ma questo non significa che non potrebbe succedere qualche imprevisto nel futuro e vale sempre la pena essere preparati per ogni evenienza. Non sai mai quando la tua fortuna potrebbe voltare le spalle. Una buona assicurazione di viaggio ti proteggerà in caso di spese in seguito a un incidente, in caso di malattia, il bagaglio smarrito o in ritardo, perdita del passaporto o una coincidenza aerea mancata.

Queste sono solo alcune delle innumerevoli cose che potrebbero andare storte. In tutti questi casi perderai una notevole somma di denaro nel caso in cui non disponi di un’assicurazione di viaggio.

La mia normale polizza assicurativa sulla vita è sufficiente

Molte persone non optano per un’assicurazione di viaggio poiché presumono che la loro normale polizza assicurativa sanitaria o altra assicurazione che copre in caso di infortuni abbia anche una copertura valida in caso di malattia o incidente all’estero. Sebbene ci siano alcune polizze che offrono copertura per brevi viaggi internazionali, queste polizze non sono del tutto efficienti in quanto spesso non coprono problemi relativi a bagagli, furti, smarrimenti di documenti o, in genere eventi avvenuti all’estero.

Una assicurazione di viaggio proposta da una compagnia ben organizzata fornisce anche tutta quell’assistenza necessaria in caso di emergenza o di un frettoloso rimpatrio in Italia (o nel paese di residenza) una caratteristica mancante nella maggior parte delle polizze infortunio o sanitarie nazionali.

Le compagnie aeree offrono coperture per voli in ritardo o cancellati, quindi non ho bisogno di coperture aggiuntive

Molti viaggiatori pensano che le compagnie aeree li rimborseranno nel caso in cui perdano l’aereo a causa di ritardi del volo in coincidenza o in caso di cancellazione dello stesso. Questo è vero solo in parte e la maggior parte delle compagnie aeree non rimborsa a meno che non sia un motivo grave o inevitabile. Il più delle volte, le clausole scritte in piccolo dell’assicurazione aerea rendono quasi impossibile ottenere un indennizzo.

Inoltre, nel caso in cui tu debba cancellare il tuo volo a causa di una malattia o di qualsiasi altra emergenza, rimani a bocca asciutta. D’altra parte, optando per un’a polizza di viaggio si ottiene la copertura per la maggior parte di tali eventualità.

Tutte le polizze di viaggio sono uguali, non importa quale sottoscrivo

Sebbene siano disponibili numerose polizze assicurative di viaggio, è necessario prestare attenzione a optare per una polizza di una compagnia affidabile. Polizze diverse soddisfano le esigenze delle diverse categorie di viaggiatori. Esiste un’ampia varietà di polizze assicurative di viaggio che si rivolgono a clienti di diverse fasce d’età e per destinazioni diverse.

Oggi sono disponibili anche assicurazioni di viaggio per over 65 permettendo anche a persone di una certa età di viaggiare in tutta tranquillità.

Il rimborso da parte dell’assicurazione è una seccatura

Molti viaggiatori credono che sia quasi impossibile ottenere l’importo del reclamo a meno che non sia successo qualcosa di disastroso. Questo non è affatto vero se si opta per una buona compagnia. Per esempio, in caso di incidente, malattia o altro evento che prevede visite mediche o ricoveri in ospedali le compagnie serie e ben organizzate hanno accordi con ospedali di tutto il mondo il che permette di evitare di anticipare dei soldi di tasca propria per poi chiedere un rimborso una volta rientrati in patria.

Il consiglio è sempre quello di leggere bene le condizioni di polizze e le indicazioni su cosa fare in caso di emergenza.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su