cucina

La cucina italiana all’estero

La cucina italiana la cui fama ha ormai da decenni varcato i confini nazionali è l’espressione di quella formidabile creatività che viene sintetizzata attraverso la formula del ” made in Italy “.

Il talento nella cura dei dettagli e la fantasia mai scontata applicati ad ogni disciplina, cioè, si riscontrano anche nell’approccio da parte dello chef italiano rispetto alla realizzazione dei suoi capolavori culinari.

Il gusto italiano per il bello si esprime perfino nella preparazione di piatti appetitosi che vengono in tutto il mondo apprezzati come dei prodotti artistici in grado di soddisfare qualunque palato. In particolare la sapienza manifestata nella scelta di materie prime di ineccepibile qualità nutrizionale e soprattutto nel riuscito accostamento di diversi ingredienti ha reso le pietanze legate alla tradizione culinaria italiana degli ” appuntamenti ” irrinunciabili per chi voglia godere di sapori e profumi inebrianti.

Non è un caso che in qualsiasi paese straniero si registri la presenza di innumerevoli ristoranti che propongono nel proprio menu piatti tipici delle regioni italiane. Solitamente aperti da emigrati che provengono da ogni parte d’Italia tali ristoranti rappresentano nell’intenzione dei loro gestori dei luoghi laddove vivere una eco dell’atmosfera del Bel paese.

La simpatia che anima in questi locali il rapporto tra camerieri e clienti, ad esempio, tende a riprodurre quel calore umano che soltanto un italiano è capace di dimostrare nella sua relazione col prossimo. Pertanto il successo quasi sempre conquistato all’estero dai ristoratori italiani è frutto della loro estroversione e della capacità di presentare ottime pietanze.

Le modifiche delle ricette italiane nei ristoranti all’estero

L’unica nota stonata che spesso nelle cucine di tali ristoranti risulta facile constatare è offerta dalle modifiche che arbitrariamente le ricette italiane subiscono da parte dei cuochi che lavorano in queste attività commerciali.

Spinti dall’idea che per garantire la crescita della clientela sia necessario inserire nella realizzazione di piatti italiani alcuni ingredienti in voga nel luogo in cui si opera, i proprietari impongono ai loro chef di cucinare nel rispetto di questa scelta dissennata.

Aggiungere un ingrediente all’interno di una ricetta precedentemente pensata per restituire un risultato perfetto, cioè, è una decisione che abbassa o addirittura elimina il livello qualitativo del piatto modificato. In nome di una mera e quantomai infondata scelta commerciale è inammissibile che si assaggino pietanze italiane che dell’italianità hanno perso ogni radice.

Posto che l’arte culinaria del Bel paese è adorata in tutto il mondo non è giustificabile il timore vissuto dagli imprenditori della ristorazione rispetto ad una eventuale reticenza della clientela nell’accettazione di un gusto differente.

È del tutto insensata la scelta di solleticare l’attenzione dei clienti introducendo un ingrediente locale che risulta alla fine stridente rispetto alla compiutezza di una ricetta originale.

Se si evitasse di affermare questa posizione nei ristoranti italiani presenti all’estero, poi, si renderebbe il giusto omaggio alla tradizione gloriosa a cui sono legate le proprie origini.

Qual e’ all’estero il piatto piu’ apprezzato della cucina italiana ?

Premesso che il desiderio all’estero di degustare ogni prelibatezza italiana esclude la categoria delle preferenze, è indubbio che i ” primi piatti ” siano tra i più richiesti da coloro che intendono esplorare la cucina del Bel paese.

La loro preparazione infatti presuppone l’utilizzo di numerosi ingredienti in grado di produrre una varietà invidiabile di paste succulenti.

Tuttavia è l’approccio ricercato che la cucina italiana adotta nella preparazione di ogni tipo di pietanza ad accendere la curiosità degli stranieri che si traduce sempre nella degustazione di una vasta gamma di prodotti culinari.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su