impianto idraulico giardino

Impianto idraulico: come progettare l’irrigazione del giardino

Progettare l’impianto di irrigazione di un giardino può essere un’attività molto impegnativa e per questo può essere utile una guida su come organizzare i vari elementi da installare. Per completare quest’opera infatti bisogna avere da principio un progetto o uno schema di impianto per il sistema di irrigazione che possa guidare passo dopo passo nel montaggio.

Una guida utile perciò ti indicherà come fare in primo luogo attraverso la descrizione delle componenti utili per tutto il lavoro, successivamente si passerà alla descrizione dei vari schemi di posizionamento relativi agli irrigatori, in ultimo luogo verranno esposti gli schemi di montaggio di irrigatori e sistemi di irrigazione in generale cosi da offrire una panoramica più generale. Il tutto grazie alla competenza dei tecnici di un noto servizio idraulico attivo nella città di Milano, che ci ha fornito importanti informazioni.

Componenti utili per la progettazione dell’impianto idraulico del giardino

Il primo componente che verrà utilizzato è senz’altro la centralina altrimenti chiamata programmatore per l’irrigazione. Questo componente è di fondamentale importanza in quanto serve a programmare i vari cicli di irrigazione in base ai giorni, ai tempi e alla durata di irrigazione. In commercio esistono 3 tipi di centraline: le centraline da esterno, le centraline per interno e le centraline da pozzetto. I primi due tipi si basano su un sistema a 24 Volt e si differenziano per i settori che possono comandare o gestire.

Il secondo comparto di componentistica riguarda le elettrovalvole. Quest’ultime vengono controllate dalla centraline che ne comanda l’apertura e chiusura per irrigare una specifica zona. Alcune elettrovalvole presentano un sistema di controllo per il flusso d’acqua espulso che permette di poter gestire anche l’acqua erogata più propriamente chiamata portata d’acqua.

Oltre alla centralina ed elettrovalvole, occorreranno degli irrigatori a scomparsa. Sono infatti questi, essendo costruiti come pistoni che si alzano se l’impianto è in funzione con una testina superiore che attua l’irrigazione. Gli irrigatori possono quindi essere statici o dinamici. I primi sono indicati per piccole estensioni di terreno in quanto presentano una gittata da 1 a 5 metri con consumi molto elevati. I secondi sono consigliati in caso di grandi giardini avendo a disposizione una gittata di oltre 5 metri che grazie alla turbina interna viene espulsa con movimento rotatorio progressivo.

In ultimo luogo serviranno tubi per l’impianto di irrigazione e dei raccordi per collegare tutto il sistema.

Progetto d’irrigazione del giardino

Prima di tutto bisogna progettare il sistema d’irrigazione precedentemente. Dopo aver misurato il terreno bisogna riportare tutto su carta millimetrata per poter disporre meglio i vari irrigatori. Gli irrigatori devono essere posizionati in base alla loro gittata. Bisogna seguire una regola fondamentale: il getto di due irrigatori contigui deve sovrapporsi quasi completamente. Nel posizionamento dei vari irrigatori si parte dagli angoli, dopo aver segnato gli angoli del tuo giardino e calcolato le gittate potrai procedere al perimetro.

L’installazione di quest’ultimi è necessaria solo se le gittate degli irrigatori angolari non si sovrappongono a dovere. Viste come soluzioni alternative l’una all’altra in giardini di piccole dimensioni queste due potrebbero essere necessarie in giardini più grandi. Su grandi estensioni infatti l’irrigazione angolare e perimetrale potrebbe persino necessitare di alcuni irrigatori centrali per coprire zone rimaste a secco.

Successivamente si potrà suddividere l’impianto in zone. Calcolando in modo combinato la portata e la pressione dell’impianto si potrà ottenere uno schema che ti permetterà di organizzare l’irrigazione per offrire al tuo prato una quantità d’acqua pressoché uguale su tutta l’estensione.

 

Questo tipo di lavoro è molto importante e l’aiuto di un idraulico può essere di grande aiuto: scopri quali sono gli interventi più richiesti a questa figura professionale, vedrai che può tornarti utili per il tuo impianto d’irrigazione.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su