bollo

A che cosa serve il Bollino Blu per le caldaie

Il Bollino Blu è una utile certificazione per le caldaie, che permette di ufficializzare l’attuazione di una revisione su un determinato impianto termico, come per esempio una caldaia. L’obbligatorietà dell’atto viene specifica dal Decreto Legislativo 311 del 2006, in cui si specifica che qualsiasi tipo di impianti deve sostenere l’esame. Una volta ottenuto il Bollino Blu saranno certificati il controllo dei fumi, l’efficienza energetica e la manutenzione ordinaria della macchina, tutto a norma di legge ovviamente. Da un punto di vista pratico, il Bollino Blu è un piccolo adesivo a forma quadrata da mettere sul certificato che ha il compito di segnalare l’effettivo svolgimento dei controlli che attesa il corretto funzionamento della caldaia da un punto di vista termico, sotto il profilo della sicurezza, sotto il punto di vista dell’inquinamento e per quanto riguarda l’efficienza energetica. Questo procedimento deve essere effettuato successivamente alla prima accensione, quando invece è obbligatorio eseguire il test sull’efficienza energetica.

Linee Guida per il Bollino Blu:

Le revisioni obbligatorie dovranno essere invece effettuate in base al tipo di caldaie e ovviamente alla potenza. In particolare:

1)Impianti di riscaldamento con caldaia a combustibile liquido (es.gasolio)
•Ogni anno se la potenza della caldaia è superiore ai 100KW.
•Ogni 2 anni se la potenza della caldaia è tra i 10KW ed i 100KW.

2)Impianti di riscaldamento con caldaia a combustibile solido (es.legna,pellet,carbone)
•Ogni anno se la potenza della caldaia è superiore ai 100KW.
•Ogni 2 anni se la potenza della caldaia è tra i 10KW ed i 100KW.

3)Impianti di riscaldamento con caldaia a gas, metano o gpl
•Ogni 2 anni se la potenza della caldaia è superiore ai 100KW.
•Ogni 4 anni se la potenza della caldaia è tra i 10KW ed i 100KW

Da questo conteggio sono esclusi  ad esempio gli scaldabagni a gas oppure gli scaldabagni a metano che hanno il solo compito di produrre acqua calda per la vostra casa. In caso di mancata revisione, le multe possono andare da un minimo di 500 euro ad un massimo di 3000 euro in senno all’articolo 15 del decreto legislativo n. 192 del 2005. Se volete ricevere ulteriori informazioni o volete un’azienda di fiducia per la manutenzione e assistenza della vostra caldaia, chiamate Digital Clima!

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su