perdita d'acqua in casa

Perdita d’acqua in casa: cosa fare

Le perdite d’acqua in casa sono molto frequenti e possono essere causate principalmente da tubi danneggiati o impianti idraulici malfunzionamenti.

Spesso esse possono essere visibili all’esterno, in questi casi è molto più facile agire in modo mirato, ma cosa succede se esse non risultano essere visibili?

In questi casi solitamente ci si accorge del danno solo all’arrivo di una bolletta estremamente salata. In casi come questi chi dovrà pagare la bolletta e come è più consono agire?

Eccoti allora alcuni consigli da seguire se ti capiterà di dover affrontare una perdita d’acqua in casa.

Cosa fare se la perdita è visibile

Se la perdita risulta essere visibile e ci si accorge subito di essa allora la prima cosa da fare consiste nel chiudere l’erogazione dell’acqua, dovrai dunque agire sul rubinetto centrale.

Non sai dove cercare il rubinetto centrale? Solitamente negli appartamenti si trova in bagno o in cucina mentre nelle case indipendenti è, di solito, nell’apposito vano accanto al contatore dell’acqua.

Per capire inoltre se una perdita è situata dopo il contatore baserà chiudere tutti i rubinetti dell’abitazione e controllare il contatore, se vedete che questo continua a girare allora significa che è presente una perdita.

Appurata l’esistenza della perdita allora potrai chiamare un servizio di pronto intervento idraulico come quello di idraulicotorinoeprovincia.it, disponibile nella città di Torino, il quale saprà risolvere in modo professionale e veloce il problema.

In casi come questi le spese per la riparazione sono a carico del proprietario dell’abitazione in quanto è suo dovere mantenere l’edificio in buone condizioni. Un altro caso in cui le spese sono a carico del proprietario è quando terze parti si lamentano di infiltrazioni visibili nelle loro abitazioni, spesso questo può succedere tra vicini dove casi d’infiltrazione d’acqua da una casa (o appartamento) all’altra sono facilitati.

Perdite d’acqua esterne

Se le perdite d’acqua si trovano all’esterno dell’abitazione è allora opportuno chiamare il numero verde dell’operatore incaricato di gestire questi eventi.

Se non conosci la società incaricata di fare ciò allora puoi cercarla sulla bolletta o chiedere ad un vicino, il numero verde sarà comunque attivo ventiquattr’ore su ventiquattro tutti i giorni.

In questi casi, quando la perdita riguarda una tubatura dell’impianto idrico pubblico, e quindi non una proprietà privata, il consumo eccessivo non è addebitato al cliente.

In alcuni casi certe compagnie offrono una copertura assicurativa che si paga attraverso la bolletta dell’acqua e che permette di avere un rimborso della spesa per le perdite nascoste.

Quando ciò avviene per prima cosa dovrai contattare la società che si occupa del servizio idrico: in questo modo un tecnico potrà controllare se ci sia stato un danno e se abbia portato al consumo anomalo di acqua.

Bollette salate a causa di perdite occulte: ecco cosa fare

Se la perdita dell’acqua risulta essere occulta allora sarà molto più difficile individuarla facilmente e poter risolvere il danno sul nascere.

In questi casi per individuare la perdita è necessario effettuare un’attenta lettura del contatore, ma raramente compiamo questa accortezza.

Ciò porterà allo spreco di grandi quantità di acqua e, di conseguenza, ad una bolletta estremamente salata, solo in quel momento ci accorgeremo dell’effettivo problema.

Spesso, dato che sono eventi eccezionali, sarà il fornitore stesso a sospenderti il pagamento dato che si accorgerà subito che il valore della bolletta è sproporzionato a quello ordinario.

Se ciò non avviene allora dovrai consultare direttamente il fornitore per contestare la bolletta ricevuta: ti consigliamo allora di inviare alla società una comunicazione scritta attraverso raccomandata A/R o via fax.

Questo articolo ti è stato utile? Leggi anche quali sono gli interventi più richiesti ad un idraulico!

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su