lavoro elettricista

Il lavoro dell’elettricista: mansioni, guadagni ed opportunità

Ti è mai capitato di avere avuto un guasto in casa e non sapere se un elettricista fosse il professionista più adatto da chiamare per aggiustarlo? A volte, può capitare di non essere sicuri di quali mansioni abbia un fabbro, un’elettricista o un meccanico.

In questa guida andremo a parlare del ruolo che svolge un elettricista e delle sue responsabilità. Ad aiutarci nella creazione del contenuto sono stati i tecnici di www.elettricistamilanoeprovincia.it.

Cosa fa un elettricista

Il mestiere comprende molte più attività di quelle che si pensano solitamente e, se stai pensando di diventare un bravo professionista del settore, devi sapere che devi rispettare dei giusti requisiti per entrare a far parte di questo mondo.
Ma andiamo a vedere, prima di tutto, cosa fa un professionista dell’elettricità.

  1. Interviene sugli impianti elettrici industriali e civili: si occupa della manutenzione delle componenti elettriche nelle varie abitazioni e negli edifici pubblici;
  2. Esegue una manutenzione ordinaria degli impianti, dei quadri elettrici ed è sempre pronto ad intervenire in caso di guasti, andando a sostituire le parti danneggiate;
  3. Ha il compito di progettare in modo dettagliato gli impianti, stando sempre attento alla corretta posizione dei contatti e dei cavi.

Necessario sottolineare che c’è una differenza tra elettricista civile ed industriale:

  • se parliamo dell’elettricista industriale, si va a considerare il professionista che progetta e gestisce impianti più complicati;
  • gli elettricisti civili, al contrario, si prendono cura degli impianti ad uso domestico che sono più semplici da realizzare.

Quali sono i requisiti per diventare un elettricista

Se stai pensando di far parte di questo settore, hai bisogno di sapere quali siano i giusti requisiti che dovresti rispettare:

  1. Generalmente è necessario un diploma di scuola secondaria superiore e, dopo aver finito il ciclo di studi, è richiesto la partecipazione ad un apprendistato di 4 o 5 anni;
  2. Interesse per la meccanica e l’elettronica: sembra tanto scontato ma, in realtà non lo è. E’ un lavoro che richiede molta pazienza e professionalità e, per questo motivo, si ha bisogno di amare il mestiere per svolgerlo in modo ottimale;
  3. Capacità di svolgere un lavoro preciso: la manualità è tutto in questo lavoro. Se hai questa potenzialità, allora sarai perfetto per questo lavoro;
  4. Problem solving e capacità di essere pronto ad ogni tipo di guasto e richiesta di manutenzione: alcuni lavori che vengono assegnati sono molto più critici di altri e bisogna avere agilità e tanta conoscenza del mestiere per poter risolverli in modo efficiente.

Per poter accedere a questa professione, quindi, esistono molte scuole e corsi che danno l’opportunità di acquisire le giuste conoscenze e competenze. Giusto sottolineare che gli studi teorici devono essere seguiti anche da un’esperienza sul campo: si sa che, soprattutto in questo tipo di lavori, si ha bisogno di molta esperienza per accrescere le proprie abilità.

Quanto si guadagna con questo lavoro?

Una possibile domanda che potresti farti è: ma quanto si guadagna facendo questo mestiere? Il discorso è più ampio di quanto possa sembrare ma la risposta più accettabile è: dipende. Come abbiamo detto, l’elettricista opera in molti campi e, per semplificare il discorso, possiamo distinguere tre tipi di professionisti:

  1. L’elettricista che lavora presso un appaltatore elettrico: chi sceglie di seguire questa strada, vedrà una maggiore stabilità lavorativa. Inoltre, è consigliata a chi è alle prime armi e vuole imparare fino in fondo il mestiere per poi avere la possibilità di aprire un’azienda propria. Il lavoro sarà costante e non manca mai;
  2. Chi sceglie di insegnare il mestiere, quindi diventare un istruttore per i prossimi professionisti;
  3. Lavoratore autonomo: scelta fatta dalla maggior parte dei professionisti del settore. Anche questa opportunità comprende un lavoro costante ma più vario perché andrà a dipender dalle necessità dei clienti.

Quindi, un elettricista lavora presso abitazioni private o edifici pubblici e, possiamo dirti che il lavoro non manca mai.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su