come spurgare termoarredo

Come spurgare il termoarredo

Svolgere una manutenzione annuale è la soluzione migliore per prendersi cura della caldaia e di tutto l’impianto termoidraulico, e quindi anche del termoarredo, per evitare danni che ci costerebbero molto di più della manutenzione. Quando il tecnico controlla il nostro impianto spesso trova bolle d’aria ai termosifoni, anche se non capiamo bene da dove sia pervenuta l’aria all’interno, dobbiamo fare uno spurgo del termoarredo prima che questo possa provocare danni maggiori con conseguente danno economico per noi.

Un riscaldamento parziale del termoarredo può comportare uno spreco di energia che si riversa, oltre che sul nostro portafoglio all’arrivo della bolletta, anche sull’ambiente. Questo perchè il lavoro della caldaia non si ferma e anzi aumenta per raggiungere la temperatura desiderata, dunque un’apparecchiatura termica esterna che non ottimizzi questa energia rappresenta uno spreco.

Come fare quindi? Abbiamo due opzioni: la più semplice e sicura è quella di chiamare un servizio efficace come questo pronto intervento caldaia attivo a Roma. In alternativa, puoi seguire questa breve guida e cercare di spurgare il termoarredo in autonomia.

Perchè spurgare il termoarredo

Nel nostro termoarredo si è formato un miscuglio di gas come idrogeno, ossigeno, azoto che insieme, nel sistema idraulico del termoarredo creano una reazione elettrochimica, formando bolle di aria all’interno delle tubature. Oppure all’interno del termoarredo vi sono dei rimasugli di canapa che vengono usati per fare l’impianto di termoidraulica ,quando si decompongono formano dei gas e quindi bolle di aria. Questi gas si depositano nella parte superiore del termoarredo, che non scalderà più come dovrebbe perché le bolle causano un ingorgo nel termoarredo che funziona male e ci fa consumare tanto gas e di conseguenza comporta bollette salate.

La soluzione sarà sfiatare il tuo termoarredo, che funzionando meglio consumerà meno gas, facendoti risparmiare un sacco di soldi in bolletta. Sfiatare il termoarredo è una manutenzione che poi fare anche tu, anzi dovresti farlo almeno una volta all’anno prima di accenderli, in quanto se l’impianto del termoarredo è pulito funziona meglio, consuma meno gas, riscaldando in modo efficiente senza sprechi.

Come sfiatare il termoarredo

Prendi un recipiente adatto in cui farai cadere l’acqua calda che fuoriesce dal termoarredo, poi spegni la caldaia e guarda il pannello di fronte a te, se guardi bene c’è un manometro che ti indica la pressione del tuo impianto. Ora devi cercare nella parte bassa della caldaia una leva oppure un rubinetto: aziona la leva e impostala fino ad un massimo di 2,5Bar.

Adesso puoi sfiatare il termoarredo: inizia da quello più lontano, apri piano e con molta cautela il piccolo rubinetto posto nella parte alta del termosifone o termoarredo, in modo che fuoriesca l’acqua e l’aria, poi fai fuoriuscire la quantità di un mezzo bicchiere d’acqua e chiudi il rubinetto. Procedi con tutti i termoarredi o termosifoni di casa.

Quando avrai terminato dovrai chiudere il rubinetto della caldaia che hai aperto all’inizio prima della manutenzione. Ora usa la valvola di sfiato di un termoarredo e fai scendere la pressione a 1 Bar, per ultimo riaccendi la caldaia che hai spento. Ora che hai imparato a spurgare il termoarredo puoi fare questa manutenzione ogni anno prima di accendere il riscaldamento, in tutta sicurezza.

Leggi anche: come sostituire i filtri del depuratore dell’acqua!

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su