pulizia del condizionatore come eseguirla

Come pulire condizionatore domestico? 3 consigli utili

La manutenzione corretta del condizionatore d’aria domestico è qualcosa di molto importante: questo vale non soltanto per quel che concerne il suo funzionamento, ma anche per fare in modo che non vi sia alcun rischio per la salute delle persone. Ecco perciò qualche ottimo consiglio che vale la pena tenere presente in maniera tale da mantenere pulito il condizionatore e farlo funzionare al meglio.

Ad aiutarci nella stesura dei contenuti sono stati tecnici specializzati, che offrono un servizio di assistenza condizionatori a Firenze consultabile sul sito web www.assistenzacondizionatorifirenzeeprovincia.it.

Pulizia del condizionatore: il primo step

Una cosa importantissima che è bene ricordare, è che il primo passaggio è quello di staccare la presa dell’alimentazione elettrica. Mai lasciarla attaccata in quanto potrebbero crearsi pericoli importanti, dato che il condizionatore potrebbe venire in contatto con sostanze liquide. In questo modo, inoltre, si potrà procedere con la pulizia in maniera tranquilla e senza preoccupazioni particolari. Mettendo in sicurezza il condizionatore, si può così procedere alla sua pulizia. Bisogna innanzitutto togliere il coperchio esterno del dispositivo così da poter eliminare tutta la polvere che potrebbe essersi accumulata.

Questa procedura può essere realizzata anche usando un comune aspirapolvere, così da eliminare quella polvere che può accumularsi nell’arco dei mesi. Meglio avere a disposizione anche un panno in microfibra, oltre ad uno sgrassatore che permetta di eliminare tutto quello sporco che non sempre è facile da rimuovere. Senza dimenticare che i germicidi anche vanno usati, così da tenere lontani insetti e parassiti di vario genere. Coloro che non gradiscano l’utilizzo di sostanze chimiche, potranno usare delle ottime alternative, tra cui il tea tree oil, per citarne una: diluendo qualche goccia di questo prodotto con aceto e acqua si ottiene un composto eccellente per la pulizia dei condizionatori.

La pulizia del filtro del condizionatore

Il filtro è una parte fondamentale per un condizionatore d’aria. Occorre sottolineare che questo è quello che, per definizione, ha il compito di bloccare sporco e batteri di ogni genere. Qualora si tratti di un sistema che prevede carboni attivi, si parte dalla rimozione dei filtri esauriti così da poter iniziare la pulizia. Diverso invece il discorso in caso di filtri normali che vanno smontati con l’accortezza di non danneggiarli.

Con uno straccio e un aspirapolvere è possibile, in pochi minuti, rimuovere tutto lo sporco in eccesso: successivamente si procede al lavaggio, così da pulirlo del tutto. Proprio questa è una fase molto delicata, in quanto è bene usare un po’ di sapone neutro in acqua, meglio se tiepida. In alternativa, si può anche comporre un mix naturale, eccezionale per la pulizia, a base di acqua e bicarbonato che garantisce un’azione disinfettante e sgrassatrice. Per far asciugare il filtro, basta lasciarlo per un po’ di tempo al sole. L’operazione di pulizia del filtro è molto importante anche per permettere un’ottimizzazione energetica dell’apparecchiatura, che libererà molta più aria con la stessa quantità di potenza.

Pulire bene le bocchette del condizionatore

La pulizia del condizionatore d’aria presente nella propria casa o anche in ufficio, è bene procedere con la rimozione dello sporco dalle bocchette. Queste servono per emettere l’aria e fare in modo che possa arrivare all’ambiente in cui è presente il condizionatore. Basta avere a disposizione un panno e un disinfettante comune per pulire le bocchette. Dopo aver fatto ciò, e soprattutto averle asciugate, si può procedere con l’inserimento del filtro. Sempre tenendo la presa staccata va fatta la pulizia delle bocchette, così da lasciar asciugare la soluzione per la pulizia. Con l’aspirapolvere si possono rimuovere i residui più voluminosi derivati da polvere e anche pollini che possono accumularsi. Una volta terminata la pulizia e dopo essersi accertati che tutto sia ben asciutto, si può accendere il dispositivo per vedere se funziona correttamente.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su