come aprire un cilindro europeo

Come aprire un cilindro europeo

Aprire un cilindro europeo per la sua sostituzione con uno nuovo non è per niente un compito facile, ma richiede assoluta competenza e conoscenza di questo importante pezzo della serratura che costituisce il vero e proprio cuore del portone. Per questo è importante affidarsi a dei professionisti o dei servizi specializzati, come la ditta di pronto intervento fabbro operativa a Roma e provincia.

Dal suo funzionamento infatti dipende il funzionamento della’intero sistema. Ecco perché quando un cilindro non è più funzionante è necessario sostituirlo. Il processo di apertura di un cilindro europeo può essere suddiviso in tre passaggi fondamentali, che sono la misurazione, l’estrazione e la sostituzione.

La misurazione del cilindro europeo

Il primo passaggio da fare per una corretta apertura di un cilindro europeo è la misurazione del corpo del cilindro stesso. Questo avviene prendendo la misura della lunghezza che parte dalla vite centrale di fissaggio verso tutte e due le estremità della faccia di bloccaggio.

Questo però va effettuato se il cilindro è fissato con la suddetta vite di fissaggio; in altri casi bisogna spennellare il portone se blindato, a meno che non è stata effettuata una foratura nel pannello con relativa placchetta per ispezionare e sostituire il cilindro.

Non bisogna però misurare l’intera lunghezza della serratura perché essa è diversa da entrambi i lati del nottolino, poiché risulterebbe scorretta. Bisogna dunque misurare il centro della serratura, filo esterno e filo interno perché il cilindro deve stare quanto meno a filo del portone.

Questa misurazione costituisce il punto di partenza poiché sarà il risultato di questa lunghezza che ci servirà per l’acquisto di uno nuovo con le stesse misure.

L’estrazione del cilindro

Innanzitutto è necessario svitare la vite centrale della serratura, sempre nel caso in cui l’istallazione è stata effettuata con la vite centrale. In caso contrario va svitata o dalla foratura oppure dalla spannellatura del pannello del portone.

Se nel portone siamo in presenza di una piastra frontale sopra la maniglia, sarà necessario anche allentare le viti che la tengono fissata alla porta perché vuol dire che essa è collegata col defender.

Nel momento in cui si allentano e tolgono le viti si può inserire la chiave all’interno del cilindro. Essa verrà così fatta ruotare in tutte e due la direzioni, riuscendo così ad estrarre molto delicatamente il cilindro verso di noi. Tutto ciò viene effettuato per riuscire ad allineare il nottolino, che fuoriesce dal cilindro impedendo l’inserimento dentro la serratura e permettendo al cilindro di fuoriuscire dalla porta.

La sostituzione del cilindro europeo

Questo è appunto il terzo passaggio, ma è quello finale poiché prevede la sostituzione vera e propria del cilindro nuovo all’interno della serratura. In pratica il passaggio è quello inverso al primo, e cioè viene inserita delicatamente la nuova serratura nel foro della porta; si posiziona il cilindro nuovo dalle medesime dimensioni e si fissa, utilizzando però una nuova vite di fissaggio.

Ecco che a questo punto va fatta ruotare la chiave su entrambi i lati e contemporaneamente si posiziona delicatamente la serratura nella porta per verificandone il suo effettivo funzionamento. Inoltre nel caso in cui siano presenti le viti, vanno inserite e avvitate per riuscire a riposizionare la piastra della serratura.

Come è giusto aprire un cilindro europeo

Ovviamente, data la complessità e la precisione delle operazioni sopra citate, è fondamentale richiedere ai giusti tecnici che, grazie alla loro preparazione e competenza sul campo, sapranno effettuare i passaggi in maniera corretta e senza intaccare la normale funzionalità del proprio portone.

Sei interessato all’argomento? Leggi quali sono i 3 interventi per cui è richiesto l’intervento di un fabbro!

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su