fermo carrelli elevatori

Carrelli elevatori e tempi di fermo: come azzerarli?

Le industrie e i magazzini che lavorano a ritmi elevati necessitano di carrelli elevatori per la movimentazione delle merci e per il picking della merce dalle scaffalature.

Come si può pensare, il fermo di un mezzo così importante è da considerare come una perdita di produttività in azienda. Le grandi aziende (ma in realtà pure le realtà più piccole) non possono pensare di fare a meno di muletti nella quotidianità.

Ecco quindi la necessità di azzerare i tempi di fermo. Come fare?

Personale specializzato in azienda per azzerare i tempi di fermo dei carrelli elevatori

La scelta più saggia è quella di avere tecnici e meccanici in organico che sappiano anticipare qualunque tipo di problematica al carrello elevatore. Oltre ad anticipare è importante che al singolo indice di peggioramento del funzionamento, ci sia l’intervento di una figura esperta, soluzione importante sia per la sicurezza interna dell’azienda che per il mantenimento delle performance.

Risulta chiaro che non tutte le aziende possano permettersi nuove figure in organico unicamente per lo svolgimento di queste attività (o a volte non rientra proprio nelle scelte di business).

C’è da dire che un meccanico generico non conosce le singole caratteristiche del marchio scelto per i carrelli elevatori. Se ad esempio l’azienda decidesse di avere in magazzino unicamente carrelli Linde è chiaro che la scelta ideale è optare per un tecnico specializzato in muletti a marchio Linde.

Nel caso di fermo del mezzo, un tecnico specializzato è in grado di renderlo nuovamente operativo in circa mezza giornata.

Aziende partner per la manutenzione dei carrelli elevatori

Una soluzione alternativa è quella che prevede l’accordo con un’azienda partner. In commercio esistono diverse realtà che garantiscono assistenza sui carrelli elevatori, riparazione, ricambistica e manutenzione ordinaria dei carrelli elevatori.

Affidarsi ad un partner esterno richiede fiducia. L’industria o il magazzino devono virare per una scelta ponderata: è necessario che la selezione punti ad un partner affidabile e soprattutto veloce.

Oltre alla manutenzione ordinaria dei carrelli elevatori, il partner deve garantire assistenza rapida quando vengono riscontrati i primi problemi ai mezzi.

La riparazione deve avvenire per mano di tecnici specializzati nella riparazione dei muletti. L’ideale è trovare un’azienda che garantisca il ricambio di pezzi con originali garantiti.

Altri elementi importanti sono l’organizzazione e la disponibilità quotidiana. Le problematiche possono essere dietro l’angolo e, come detto nei primi paragrafi, un’azienda non può permettersi il fermo dei carrelli elevatori.

L’azienda partner che si occupa di assistenza e riparazione deve quindi avere una sede sul territorio in modo tale se essere immediatamente reperibile una volta palesata la problematica. Queste aziende, infatti, sono operative solo su una zona ben stabilita. Vedi MGA: l’azienda sul proprio sito specifica la propria reperibilità solamente nelle province di Alessandria, Asti, Genova, Imperia e Savona.

Questo non deve essere visto come un aspetto negativo ma piuttosto il contrario. Specificare la propria zona di competenza permette di garantire il massimo dell’assistenza in aree circoscritte.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Articoli Correlati

Torna su